Decespugliatori - Utenti esigenti Decespugliatori semiprofessionali Decespugliatori professionali Decespugliatori elettrici
 

Generatori elettrici

Visualizzazione di 1–24 di 482 risultati

Generatori elettrici

POTENZA | CARBURANTE | AVR | VANTAGGI E ALTRO

Sommario

Un generatore elettrico è progettato per produrre elettricità. È composto principalmente da due parti: un motore a benzina o diesel (solitamente 2 o 4 tempi) che è collegato ad un alternatore che trasforma l'energia meccanica in energia elettrica. L'utilizzo abituale di questi generatori sono solitamente luoghi senza accesso alla rete elettrica come campeggi o interruzioni di corrente. Ma come scegliere un buon generatore elettrico? Andiamo per parti ...

Cos'è un generatore elettrico?

Un generatore elettrico è una macchina che converte l'energia meccanica in energia elettrica grazie al campo magnetico che attraversa. Questa trasformazione si ottiene con l'azione del campo magnetico sui conduttori elettrici disposti su uno statore. Questo ha diverse parti:

Lo statore, un'armatura metallica con filamenti di rame all'interno dei circuiti di formazione; e il rotore, parte interna dello statore che ruota grazie a una turbina. Formata da un asse e circuiti che diventano elettromagneti quando viene applicata una piccola quantità di corrente. Quando il rotore ruota ad alta velocità grazie all'energia meccanica, sui filamenti di rame all'interno dello statore si producono piccole correnti elettriche, che a loro volta forniscono al generatore una forza elettromotrice in grado di generare elettricità per qualsiasi dispositivo collegato al generatore.

Di quale generatore avrò bisogno?

Per garantire il corretto funzionamento dei generatori e la loro sicurezza, è necessario considerare quanto segue:

Prima di scegliere un generatore elettrico, è necessario tenere conto del tipo di dispositivi elettronici che si desidera collegare. Se vuoi collegare qualsiasi tipo di dispositivo funzionante con schede elettroniche (lettore DVD, TV o personal computer, ecc.) Devi sapere che questi dispositivi richiedono una certa stabilità nella tensione di uscita, che i generatori elettrici tradizionali non possono garantire. Per questo motivo, per poter collegare questi dispositivi, sarà necessario utilizzare un generatore con un sistema di regolazione della tensione, denominato AVR o Inverter. Se invece quello che si vuole è collegare resistenze (lampadine, termosifoni, ecc ...) o motori elettrici a bobina o ad induzione (trapano, lavatrice, ecc ...) non sarà necessario acquistare un generatore con regolatore di tensione visto che con generatore convenzionale è sufficiente.

Qual è la differenza tra un generatore AVR e un inverter?

Le principali differenze tra i due tipi di generatori sono le seguenti:

Generatori AVR: Sono generatori elettrici con regolatore di tensione ideali per collegare dispositivi elettronici. Il processo di regolazione della tensione viene effettuato attraverso condensatori, ottenendo una stabilità di corrente sufficiente per collegare la maggior parte dei dispositivi elettronici. 

Generatori di inverter: Sono generatori elettrici con modulatore di tensione che raggiungono una stabilità sufficiente (variazioni inferiori all'1%) per collegare piccoli dispositivi come lampadine, frigo da campeggio, ecc…, grazie ad una piastra elettrica. Il funzionamento del motore viene adattato alla richiesta richiesta, riducendone al minimo i consumi. Sono macchine molto più leggere dei generatori AVR, il che le rende l'opzione migliore come generatori per il campeggio o per le interruzioni di corrente.

Come si calcola la potenza necessaria?

La funzione di un generatore elettrico è di fornire elettricità a un numero limitato di dispositivi. Questa limitazione è dovuta alla potenza che i dispositivi consumano e quindi per calcolare la potenza necessaria, deve essere fatta la somma di tutti i dispositivi che dipendono dal generatore. Di seguito vi mostriamo una tabella con i valori di consumo dei dispositivi più utilizzati per i generatori.

Prodotto elettronico Resistenza in Watt (Wats)
Lampada a LED 5 50-W
Lampada fluorescente 40 100-W
radio 200 W
Televisore 250 W
stampante 350 W
Personal computer 400 W
Asciugatrice a 1000 W
Plancha 1200 W
Taglierina per cemento 1320 W
Saldatore ad arco 3500 W
Refrigerador 350 W
congelatore 700 W
Idropulitrice 1HP 800 W
fotocopiatrice 1600 W
Compressore d'aria 2HP 1500 W
Rondella 1HP 750 W
Aria condizionata 1750 W
Puzzle manuale 1300 W
macinino 1300 W
Punta 13 mm Tra 500 e 750 W
levigatrice orbitale 450 W

Per eseguire il calcolo della potenza necessario, è necessario seguire i seguenti passi:

  1. Fai un elenco con tutti i dispositivi elettronici che vuoi collegare al generatore e indica quanto è il suo consumo in Watt
  2. Calcola, guardando la tabella sopra, la potenza minima richiesta da ciascuno dei dispositivi che vuoi collegare. Ad esempio, le macchine con motore a induzione hanno picchi di consumo più elevati di quelli riportati sulla targa dei consumi, essendo anche 3 volte superiori se si tratta di una tensione monofase o 2 volte superiori se è trifase.
  3. Sommate il risultato delle potenze necessarie per tutti i dispositivi che volete collegare al generatore e otterrete la potenza in Watt che deve avere il vostro generatore.

Quali altri fattori devo prendere in considerazione quando scelgo un generatore?

Tra tutti i tipi di generatori esistenti, si distingue principalmente per il tipo di tensione, se è monofase o trifase:

Monofase: Questi sono i più adatti per l'uso domestico poiché generano una corrente di 230 V che tutti gli apparecchi domestici usano.

Trifase: Riescono a generare una corrente trifase di 400 V utilizzata in apparecchiature specifiche.

Il motore: Tra i generatori ci sono due tipi di motori, motori a benzina o diesel. All'interno dei motori a benzina abbiamo i motori dei tempi 2 o quelli dei tempi 4:

  • Motore a 2 tempi: Funziona sulla base di una miscela di benzina e olio. Sono adatti per l'illuminazione in quanto sono i più economici. Tuttavia, la sua vita utile è notevolmente più breve e il suo funzionamento genera un livello di rumore superiore a quello dei 4 tempi.
  • Motore a 4 tempi: Riescono a fornire più potenza rispetto ai motori a 2 tempi con meno rumore. Questi generatori si dividono a seconda del carburante utilizzato, sia diesel che benzina.

Generatori diesel: L'operazione ha il vantaggio di una vita utile del generatore molto più lunga di quella della benzina e di un consumo di carburante inferiore. Lo svantaggio è che sono generatori molto più rumorosi e pesanti. Questi generatori possono essere 1500 o persino 3000 rpm (giri al minuto) di cui, i generatori 1500 rpm sono migliori per un uso continuo o anche ininterrotto.

Generatori di tempo benzina 4: Questi generatori generano molto meno rumore, essendo più leggeri ed economici rispetto al diesel, tuttavia non supportano un uso ininterrotto.

Vantaggi e svantaggi dei generatori elettrici diesel

Vantaggi Svantaggi
Maggiore durata del motore Rumorosità elevata
Minor consumo di carburante Costi di manutenzione più elevati
Comodo rifornimento di carburante
Maggiore autonomia
Consigliato per un uso ininterrotto

Vantaggi e svantaggi dei generatori elettrici con motori a benzina

Vantaggi Svantaggi
Due tipi di motore (tempi 2 o 4): il primo è il più adatto all'illuminazione e il secondo è in grado di sopportare un carico elettrico maggiore Consigliato solo per un breve periodo di utilizzo
Prestazioni ottimali per un uso particolare Aumento del consumo di carburante
Basso livello di rumore
Peso del generatore inferiore rispetto al diesel
Minori costi di riparazione

Livello di rumore:

Il rumore che un generatore elettrico riesce a produrre quando è in funzione è misurato in dB (decibel) e dipende principalmente dalla struttura del telaio del generatore, dal tipo di motore (ad esempio il diesel è più forte) e dal grado di insonorizzazione del generatore . Devi prendere in considerazione quando, per quanto tempo e dove verrà utilizzato il generatore per scegliere tra uno più silenzioso o uno più rumoroso. Tieni presente che a una distanza inferiore ai misuratori 7 parlando di piccoli generatori elettrici, questi possono raggiungere 65 dB di rumore. Alcuni tipi di generatori dispongono di isolamento acustico che riduce il livello di rumore a 55 dB. Questi generatori sono chiamati generatori di isolamento acustico, cosa che dobbiamo prendere in considerazione per l'uso di generatori a un livello particolare.

Scala del rumore in decibel con esempi:

  • 30 dB: sala lettura
  • 50 dB: ufficio
  • 70 dB: traffico
  • 90 dB: fresatrice
  • 110 dB: martello idraulico
  • 130 dB: decollo dell'aeroplano

Modelli in primo piano